martedì 29 ottobre 2013

PANINI DI SEGALE CON SEMI DI ZUCCA



Non so che farci, ormai qui ci siamo appassionati di zucca e semi di zucca. Ne ho ancora una in cucina che mi guarda speranzosa ed aspetta di essere intagliata (Sara ha già deciso che diventerà la faccia di una strega con tanto di cappello e capelli finti!!) e questo weekend andrò a farne scorta dallo zio S.!

Quindi aspettatevi ancora tante ricettine ed attività zuccose… hihihi!!!

Oggi vi lascio una ricetta per dei panini speciali fatti con la farina di segale e ricoperti di semi di zucca. Ho avuto la fortuna di essere coordinata nella preparazione da entrambe le piccole pesti… una fatica doppia, ma una soddisfazione infinita!

Anche se poi la cucina sembrava un campo di battaglia. Con strisce di farina fino in soggiorno. E in bagno! Ma le risate fatte assieme (e qualche urletto, giusto per richiamare la truppa all’ordine) sono impagabili!!

Ingredienti:
600g di farina di segale
2 cucchiaini di lievito secco
1 pizzico di zucchero
300/400 cl di acqua tiepida
2 cucchiaini di sale
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 uovo sbattuto
½ tazza di semi di zucca

Sciogli il lievito e lo zucchero i mezzo bicchiere di acqua tiepida e lascia riposare per almeno 10 minuti. Nel frattempo versa in una grande ciotola la farina e il sale e mischia. Aggiungi l’olio, il lievito sciolto e il resto dell’acqua. Mischia con le fruste a spirale finché il composto non diventa una palla. Copri con un panno umido e lascia lievitare per almeno 1 ora.

Dividi la pasta in 8 piccole sfere e lascia lievitare un’altra oretta.

Spennella i panini con l’uovo sbattuto, cospargili di semi e cuocili per 30/40 minuti a 220°C.




Buon viaggio!!

6 commenti:

  1. Che buoni e che bella idea per utilizzare i semi di zucca!grazie per la ricetta....baci simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e anche per fare lavorare assieme le due piccole pesti!!
      un abbraccio

      Elimina
  2. Molto carina questa ricetta!
    Devo provarla! :)

    RispondiElimina
  3. una ricetta che sa di antico, di nebbia e tradizioni contadine... quasi poesia.
    Fantasy Jewellery

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero! sono le ricette che preferico: quelle chemostrano il nostro legame con la terra... quelle che raccontano qualcosa!
      un abbraccio

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...